SkipNavigation?

Andare in vacanza in Kenya: bisogna vaccinarsi?

Articolo data di pubblicazione 01.24.2020
Topic Viaggi

Andare in vacanza in Kenya: bisogna vaccinarsi?

Stai pensando di andare in vacanza in Kenya? Scopri in questo articolo quali sono i vaccini da fare, obbligatori o consigliati, per andare nel Paese.

Le riserve e i parchi naturali sono un ottimo motivo per visitare l’Africa, ma quali sono i vaccini da fare per andare in Kenya? Prima della partenza è bene rispettare la profilassi consigliata dalla Farnesina, quindi cerchiamo di capire quali sono le vaccinazioni obbligatorie e consigliate e come funziona il sistema sanitario keniota.

Vaccini obbligatori e consigliati in Kenya

Prima di fare le valigie e organizzare il viaggio, è sempre meglio prendere tutte le informazioni sulle vaccinazioni internazionali, per sapere quali sono i vaccini da fare in Kenya. Al momento non sono previste delle vaccinazioni obbligatorie, ma nel Paese sono presenti delle malattie che richiedono una profilassi preventiva.

Contro la malaria, presente nelle zone costiere e nei pressi del lago Vittoria, non esiste una vaccinazione, ma prima della partenza è bene consultare il medico per valutare una terapia di prevenzione. In ogni caso è bene proteggersi bene dalle punture di insetto con repellenti e un abbigliamento idoneo, soprattutto quando scende il sole.

I viaggiatori che provengono da un Paese a rischio di febbre gialla, una volta arrivati in Kenya devono esibire un certificato che attesta la relativa vaccinazione. Chi proviene da questi Paesi, può comunque vaccinarsi contro la febbre gialla anche in aeroporto.

Il sistema sanitario in Kenya

In Kenya si può contare su strutture sanitarie e ospedaliere che non hanno nulla da invidiare rispetto a quelle europee, ma l’accesso alle cure ha spesso dei costi proibitivi. Prima di ogni intervento sanitario, viene richiesta una garanzia circa la copertura delle relative spese, anche quando si tratta di interventi urgente.

Si consiglia quindi di stipulare un’assicurazione di viaggio che garantisca la copertura di tutte le spese sanitarie che si rendano necessarie. Solo in questo modo sarà possibile accedere ai servizi del sistema sanitario in Kenya, senza doverli pagare di tasca propria.

Consigli per il tuo viaggio in Kenya

Il Kenya è un Paese che offre un patrimonio naturale come pochi e non bisogna rinunciare a partire per paura di contrarre delle malattie. Anche se non esistono vaccini da fare per andare in Kenya, per viaggiare in sicurezza bisogna innanzitutto affidarsi al buonsenso e applicare in maniera scrupolosa tutte le linee guida igienico sanitarie.

È consigliabile evitare il consumo di cibi crudi o di dubbia provenienza, bisogna lavare spesso le mani, soprattutto prima dei pasti, e bere solo acqua imbottigliata e senza ghiaccio. Avere in valigia un gastroprotettore e altri medicinali di uso comune, può essere di certo d’aiuto.

Ai primi sintomi di un malessere sospetto, occorre recarsi senza indugio presso le strutture sanitarie keniote per fare tutti gli accertamenti del caso. Se stipuli una polizza di viaggio AIG, tutte le spese mediche restano a carico dell’assicurazione e puoi contare anche sull’assistenza h24 da parte di operatori specializzati.

Si segnala che quanto esposto non è sostitutivo di un parere legale, pertanto si prega sempre di prendere visione delle comunicazioni disponibili sui siti ufficiali.

 

Condividi!