SkipNavigation?

Il rimborso delle spese ospedaliere all’estero

Articolo data di pubblicazione 11.17.2014
Topic Viaggi

Il rimborso delle spese ospedaliere all’estero

Per le spese ospedaliere sostenute all’estero è previsto un rimborso. Ma questo solo se tali cure sono state ricevute in uno degli Stati che fanno parte dell’Unione europea. E per averlo il primo passaggio è rivolgersi direttamente al proprio Ente assicurativo.

Però bisogna chiedere al proprio Ente assicurativo prima di ricevere le cure ospedaliere all’estero: in caso contrario il rimborso per le spese mediche sostenute all’estero potrebbe essere negato.

Nello specifico all’Ente assicurativo bisogna richiedere un’autorizzazione preventiva prima di recarsi all’estero per ricevere le cure necessarie. Autorizzazione che non può essere negata se nel Paese di residenza del soggetto le cure specifiche non sono disponibili, oppure se il soggetto stesso non può ricevere tempestivamente le cure necessarie.

Una volta ottenuta l’autorizzazione preventiva, il soggetto ha diritto alle stesse cure che spetterebbero a un cittadino del Paese di destinazione. Nei Paesi dove l’assistenza sanitaria è gratuita, lo sono anche le cure. Invece nei Paesi dove l’assistenza sanitaria è a pagamento, il rimborso di queste spese ospedaliere sarà a carico dell’Ente assicurativo.

Questo è l’iter per ottenere il rimborso delle spese ospedaliere all’estero. Mentre per tutte gli altri costi di tipo sanitario che il soggetto potrebbe essere portato a sostenere, le assicurazioni viaggi online di Travel Guard assicurano una copertura pressoché totale.


Articoli Correlati

Assicurazione di viaggio medica: proteggere la propria salute
Un’assicurazione di viaggio medica: il modo migliore per proteggere la propria salute, in vacanza oppure per viaggi di lavoro.

L’assicurazione di annullamento del volo
Un’assicurazione per l’annullamento del volo: tutelarsi dagli imprevisti e prevenire perdite economiche anche ingenti.

Prodotti di origine animale: le regole per l’importazione
L’importazione dei prodotti di origine animale: i Paesi in cui è consentita e cosa prevede la Normativa comunitaria in merito.