SkipNavigation?

Annullamento volo: cosa fare in questo caso

Articolo data di pubblicazione 11.17.2014
Topic Viaggi

Annullamento volo: cosa fare in questo caso

Il caso di annullamento del volo, oppure di negato imbarco per ragioni varie, è una delle eventualità in cui nessun passeggero vorrebbe mai ritrovarsi a dover gestire. Eppure capita, quindi bisogna sapere con precisione cosa fare e come comportarsi in questi frangenti.

Innanzitutto, prima di recarsi in aeroporto bisogna controllare che gli orari del volo, che possono essere soggetti a mutamenti, non siano cambiati. Nel caso in cui si verifichi l’annullamento del volo oppure venga negato l’imbarco, il passeggero può richiedere il rimborso del prezzo intero del biglietto. O, in alternativa, l’imbarco su un altro volo sempre verso la destinazione stabilita. Al passeggero può spettare una compensazione economica compresa tra i 250 e i 600 euro.

La compagnia aerea è tenuta inreclami e l’incidente è avvenuto in uno degli Stati dell’Unione Europea, è possibile inoltrare un reclamo presso l’organismo competente.

Il caso di annullamento del volo è uno dei tanti inconvenienti che possono capire durante un viaggio. Per premunirsi anche contro gli altri imprevisti, la miglior cosa da fare è sempre stipulare un’ assicurazione viaggi.


Articoli Correlati

Reclami voli aerei: come fare
I reclami per il negato imbarco, il ritardo e la cancellazione dei voli: a chi presentarli, con quali tempi e con quali modalità.

Il risarcimento per il negato imbarco
Le forme di risarcimento previste nel caso di negato imbarco: le tutele, i rimborsi e l’assistenza a cui ha diritto il passeggero.

L’annullamento della vacanza per malattia: come tutelarsi
L’annullamento della vacanza per malattia: come tutelarsi quando per motivi di salute si deve rimandare la partenza.