SkipNavigation?

Dopo Brexit: per andare in Inghilterra servirà il passaporto?

Articolo data di pubblicazione 01.26.2020
Topic Viaggi

Dopo Brexit: per andare in Inghilterra servirà il passaporto?

Per andare in Inghilterra serviranno passaporto e visto elettronico? Ecco cosa cambierà per l’accesso nel Paese quando la Brexit entrerà a pieno regime.

L’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea avrà delle conseguenze non solo per chi vive nel Paese, ma anche per i viaggiatori. Dopo la Brexit, il passaporto sarà necessario o basterà anche la carta d’identità? Questa è una delle domande più ricorrenti, ma di certo non è l’unica.

Con la Brexit serve il passaporto?

Anche mettere piede in Inghilterra potrebbe diventare più complicato dopo la Brexit. Infatti, se prima bastava la sola carta d’identità, superata la fase di transizione sarà necessario il passaporto, così come per tutti gli altri Paesi al di fuori dell’Unione Europea.

Questo significa che anche un semplice viaggio con la famiglia, va organizzato con un certo anticipo. Bisognerà infatti seguire la trafila burocratica per richiedere il passaporto, che comporta non solo dei tempi di attesa, ma anche la necessità di recarsi presso gli uffici preposti.

Dopo la Brexit, il passaporto comporterà quindi anche delle spese in più e chi viaggia con tutta la famiglia deve mettere in preventivo anche questi costi aggiuntivi.

Andare in Inghilterra: quali documenti serviranno?

Una volta chiarito il dubbio che con la Brexit serve il passaporto, non si può escludere che siano richiesti anche altri documenti per andare in Inghilterra. Si tratta di dettagli ancora in fase di definizione e a breve dovremmo conoscere le procedure necessarie per viaggiare nel Paese.

Una delle ipotesi è che venga richiesto anche un visto del tutto simile all’ESTA, il visto richiesto per entrare negli USA. Stando ad alcune indiscrezioni, il visto si potrà richiedere qualche giorno prima di partire e avrà una validità di 3 mesi.

Chi vuole restare in Inghilterra per un periodo più lungo, avrà quindi bisogno di un altro visto, come ad esempio quello per i lavoratori, che verrà concesso solo a chi è in possesso di determinati requisiti in fase di definizione.

Assicurazione di viaggio per la tua famiglia

Al momento l’unica certezza è che dopo la Brexit sarà un po’ più complicato viaggiare verso l’Inghilterra, ma il fascino di questo Paese è un ottimo incentivo per avviare le pratiche necessarie. Sarebbe davvero un peccato rinunciare ad un viaggio con la famiglia a causa delle complessità burocratiche!

Sarà invece molto più semplice scegliere l’assicurazione viaggi da stipulare, perché AIG offre delle polizze ideali per le famiglie in partenza. Si tratta di soluzioni molto convenienti, infatti sono previsti sconti per i bambini da 2 a17 anni, mentre per i piccoli con meno di 2 anni che viaggiano con i genitori, non ci sono costi aggiuntivi.

 

Si segnala che quanto esposto non è sostitutivo di un parere legale, pertanto si prega sempre di prendere visione delle comunicazioni disponibili sui siti ufficiali.