SkipNavigation?

Dogana in Inghilterra: cosa cambierà dopo la Brexit?

Articolo data di pubblicazione 01.21.2020
Topic Viaggi

Dogana in Inghilterra: cosa cambierà dopo la Brexit?

Brexit e dogana in Inghilterra: ecco come potrebbero cambiare le dichiarazioni e le procedure doganali nei prossimi mesi per chi viaggerà nel Regno Unito.

Importazioni ed esportazioni potrebbero comportare presto un incremento dei costi dovuti alla dogana in Inghilterra dopo la Brexit. In assenza di specifici accordi commerciali, anche per effettuare dei semplici acquisti nel Regno Unito, potrebbe essere necessario effettuare le dichiarazioni doganali e pagare i dazi eventualmente previsti.

Cosa deve sapere in merito alla dogana chi viaggia verso il Regno Unito? Cerchiamo di fare chiarezza su questo punto, per capire quali sono le ripercussioni delle disposizioni doganali per i comuni viaggiatori.

Dogana in Inghilterra: cosa devi sapere se sei un viaggiatore residente in UE

Prima che l’Inghilterra uscisse dall’Unione Europea, i cittadini europei potevano spostarsi liberamente da e verso il Paese e non erano previste particolari restrizioni in merito alle merci trasportate nei bagagli.

Con la Brexit la situazione è nettamente cambiata, perché i viaggiatori residenti in UE devono rispettare le procedure previste per la dogana in Inghilterra dopo la Brexit. Adesso si applicano infatti dei limiti che riguardano sia la quantità delle merci che il loro valore.

Prima di effettuare degli acquisti nel Regno Unito, è bene conoscere a quali costi e procedure si va incontro, così da evitare problemi alla frontiera.

Dichiarazione e dazi doganali in Inghilterra

I dazi doganali in Inghilterra possono essere un’amara sorpresa per chi varca il confine del Regno Unito. Per essere sempre in regola bisogna sapere che tutte le merci che hanno natura commerciale sono soggette a vigilanza doganale e vanno quindi dichiarate.

In particolare la dichiarazione doganale va effettuata tutte le volte che si tratta di merci di valore superiore a 300€ per ciascun viaggiatore. Qualora si tratti di spostamenti aerei o marittimi, la dichiarazione in dogana è richiesta se il valore supera invece 430€ per ogni passeggero. In relazione al tipo di merce, possono essere previsti anche dei dazi doganali.

Consigli per chi viaggia nel Regno Unito

Se ti stai domandando come organizzare un viaggio in UK e non avere problemi in dogana, la risposta è prendere tutte le informazioni sui dazi doganali prima di partire. Se invece vuoi tutelarti da tutti gli altri imprevisti che possono capitare durante la tua permanenza nel Regno Unito, un’assicurazione viaggi è la soluzione che cerchi.

Emergenza sanitarie, smarrimento o furto del bagaglio e annullamento della partenza non saranno più in problema, perché ognuna di queste eventualità può essere coperta dalla polizza. In più se sottoscrivi un’assicurazione di viaggio con AIG, puoi contare anche sull’assistenza medica h24 offerta dalla centrale operativa.

 

Si segnala che quanto esposto non è sostitutivo di un parere legale, pertanto si prega sempre di prendere visione delle comunicazioni disponibili sui siti ufficiali.