SkipNavigation?

Passaporto animali dopo la Brexit: cosa sapere

Articolo data di pubblicazione 01.23.2020
Topic Viaggi

Passaporto animali dopo la Brexit: cosa sapere

Passaporto animali dopo la Brexit: scopri qui le informazioni su costi, validità e rilascio del documento per viaggiare in compagnia dei tuoi animali domestici.

L’imminente uscita del Regno Unito dall’Unione Europea comporterà senza dubbio alcune difficoltà pratiche per chi vuole accedere al Paese. Anche ottenere il passaporto animali dopo la Brexit potrebbe essere più complicato e mettere in difficoltà chi viaggia con animali a seguito.

Vediamo allora cosa cambierà dopo la Brexit, come ottenere il rilascio del passaporto del cane o del gatto e quali costi comporta.

Come ottenere il rilascio del passaporto se hai un cane

Sono moltissime le persone che considerano gli animali domestici dei membri della famiglia, così anche una vacanza diventa un’occasione per viaggiare insieme agli amici a quattro zampe. Questa buona abitudine si scontra però con la burocrazia e con la necessità di ottenere il rilascio del passaporto del cane o del gatto.

La richiesta del passaporto va presentata all’ASL veterinaria, insieme ai documenti per il passaporto del cane. In particolare occorre il certificato di applicazione del microchip o del tatuaggio e il libretto sanitario che attesta le vaccinazioni obbligatorie, come l’antirabbica e, per chi viaggia verso il Regno Unito, anche quella contro la tenia.

Passaporti animali domestici: costo e validità

Il costo del passaporto per gli animali domestici varia da una regione all’altra e in genere per il rilascio bisogna sborsare dai 5 ai 15€. Al costo per il rilascio del documento vanno poi a sommarsi il costo per l’applicazione del microchip (qualora l’animale ne sia sprovvisto), quello per le vaccinazioni e a volte anche la spesa per la visita medica. Il costo complessivo può quindi arrivare anche a 60€.

Il passaporto degli animali domestici non ha una scadenza, ma si considera valido solo se dal documento risultano le vaccinazioni necessarie per viaggiare. La maggior parte dei vaccini ha una copertura pari a 12 mesi, dopo i quali è necessario fare un richiamo.

Subito dopo il rilascio del passaporto, questo non è ancora valido, ma bisogna spettare 21 giorni dal vaccino contro la rabbia. Per avere la certezza della validità del passaporto animali anche dopo la Brexit, il vaccino contro la tenia dev’essere invece effettuato tra le 24 ore e i 120 giorni dall’ingresso nel Regno Unito.

Consigli per chi viaggia in compagnia di animali domestici

Basta quindi rispettare tutte le disposizioni sul trasporto animali da compagnia, per viaggiare in tutta libertà con i propri amici a quattro zampe. Un ultimo consiglio, ma non meno importante, è quello di proteggersi con un’assicurazione viaggio AIG, così da non temere gli imprevisti e le possibili emergenze mediche.

La copertura assicurativa delle polizze garantisce quella serenità indispensabile per godersi il viaggio, anche in compagnia dei propri animali domestici.

Si segnala che quanto esposto non è sostitutivo di un parere legale, pertanto si prega sempre di prendere visione delle comunicazioni disponibili sui siti ufficiali.