SkipNavigation?

Quali documenti servono per un viaggio in Marocco

Articolo data di pubblicazione 11.17.2014
Topic Viaggi

Quali documenti servono per un viaggio in Marocco

Bianche spiagge, acqua cristallina, riad da mille e una notte, l’odore intenso di spezie e incenso che si respira tra le stradine e i mercatini di Marrakech e Rabat. Il Marocco è la destinazione perfetta di un viaggio all’insegna del relax, dello sport e del divertimento. Ma quali sono i documenti necessari per entrare nel Paese?

In primis, il passaporto, che deve avere una validità residua di almeno sei mesi, a meno che non si tratti di un viaggioorganizzato da tour operator o agenzie specializzate che coinvolga un gruppo di almeno 8 persone, ovviamente dotato di relativo voucher dell’hotel. In questo caso il passaporto non è necessario. Basta la carta d’identità valida per l’espatrio.

I cittadini europei così come quelli di Svizzera e Canada non hanno bisogno di visto mentre per tutti gli altri Paesi, esso è necessario solo se la durata del soggiorno in Marocco sia superiore ai tre mesi. È sempre meglio avere con sé i biglietti e i documenti del viaggio di ritorno oppure di un’eventuale prosecuzione.

Se vi sono minori al seguito, anch’essi devono essere muniti di documento di viaggio individuale. Da giugno 2012, infatti, l’iscrizione sul passaporto dei genitori non è più valida né riconosciuta per la legge italiana. Quindi anche i minori dovranno avere il proprio passaporto oppure, sempre nell’ambito del viaggio di gruppo, la carta identità valida per l’espatrio.

Ultima nota. Un viaggio in Marocco non richiede alcuna vaccinazione particolare. Pur tuttavia, se arrivate in Marocco da Paesi terzi che sono a rischio di febbre gialla, tra i documenti per entrare nel Paese vi sarà richiesto anche il Certificato Internazionale delle Vaccinazioni per la febbre gialla.

Il nostro ultimo consiglio è quello di dotarvi di un’assicurazione di viaggio in grado di fornirvi una maggiore sicurezza. Per il resto, buon avventura!