SkipNavigation?

Reclami voli aerei: come fare

Articolo data di pubblicazione 11.17.2014
Topic Viaggi

Reclami voli aerei: come fare

I reclami per i voli aerei è possibile presentarli in tre casi: il negato imbarco (overbooking), la cancellazione e infine il ritardo del volo. E deve essere inviato direttamente alla compagnia aerea con cui avete prenotato il volo, secondo le modalità previste dalla compagnia stessa.

Qualora la compagnia in questione non rispondesse dopo 6 settimane, oppure le sue motivazioni non fossero esaustive, il passeggero può presentare reclamo direttamente all’Enac.

In particolare, i reclami all’Enac possono essere inoltrati per tutti i voli aerei in partenza da un aeroporto della Comunità europea, oppure dalla Norvegia, dall’Islanda e dalla Svizzera. È possibile anche presentare reclami per voli che partono da un aeroporto situato in Paesi extraeuropei. Ma questo solo se la destinazione è uno dei paesi della Comunità Europea (oppure Norvegia, Islanda, e Svizzera) e solo con compagnie aeree comunitarie (oppure svizzera, islandese o norvegese).

Per quanto riguarda invece la richiesta di risarcimento, questa va inviata esclusivamente alla compagnia aerea o tour operator con cui è stato prenotato il viaggio.

Il negato imbarco, il ritardo e la cancellazione del volo, ovvero i casi in cui si possono inoltrare i reclami per i voli aerei, sono tra gli inconvenienti più spiacevoli in cui possa incappare un viaggiatore. Per premunirsi contro tali imprevisti, il primo passo è sempre quello di stipulare un’ assicurazione viaggi.

Articoli Correlati

Le Mauritius a dicembre: vacanza al mare in pieno inverno
Le Mauritius a dicembre: con clima e temperature estive, la meta ideale per godersi sole e mare anche in pieno inverno.

Il risarcimento per il negato imbarco
Le forme di risarcimento previste nel caso di negato imbarco: le tutele, i rimborsi e l’assistenza a cui ha diritto il passeggero.

Cosa non si può portare nel bagaglio da stiva
Cosa non si può portare nel bagaglio da stiva: gli oggetti e le sostanze pericolose che il passeggero non può imbarcare.