SkipNavigation?

Visto per la Giamaica: cosa sapere per il tuo viaggio

Articolo data di pubblicazione 02.04.2020
Topic Viaggi

Visto per la Giamaica: cosa sapere per il tuo viaggio

 

Stai organizzando un viaggio in Giamaica? Ecco le informazioni sul visto e sui documenti necessari per entrare come turista nel Paese di Bob Marley.

Il sound giamaicano e la natura incontaminata hanno un richiamo irresistibile ma prima di sognare ad occhi aperti la tua vacanza hai bisogno di sapere se serve un visto per la Giamaica per goderti un indimenticabile soggiorno nell’isola.

Il visto per la Giamaica

I turisti italiani non hanno bisogno di un visto per la Giamaica e questa è di sicuro una buona notizia per i viaggiatori in partenza. I vacanzieri possono rimanere nel Paese per un massimo di 90 giorni e all’arrivo devono esibire anche il biglietto di ritorno.

Ogni turista riceverà quindi all’aeroporto un permesso temporaneo senza particolari formalità e potrà da subito iniziare la sua vacanza. Le autorità accettano solo i turisti che hanno la capacità economica per sostenere le spese del soggiorno, ma è sufficiente rilasciare un’autocertificazione o esibire la carta di credito.

I documenti necessari per il tuo viaggio in Giamaica

Chi vuole concedersi un viaggio in Giamaica, deve essere in possesso di un passaporto che abbia almeno 6 mesi di validità al momento dell’arrivo nel Paese. È sempre meglio assicurarsi che il documento abbia anche delle pagine vuote disponibili.

Sebbene non occorra un visto turistico per la Giamaica, potrebbero essere invece necessari dei visti di transito, qualora i voli prevedano degli scali intermedi. Prima della partenza si consiglia di contattare la compagnia aerea, per accertarsi che non siano richiesti dei visti di transito aggiuntivi.

Norme sanitarie e vaccinazioni

Per viaggiare in Giamaica non sono necessarie vaccinazioni obbligatorie, a meno che il viaggiatore non provenga da un Paese a rischio per la febbre gialla. Tra le vaccinazioni facoltative, ci sono invece quelle contro l’epatite A e B e il tifo, da valutare insieme al proprio medico.

Non esistono rischi di tipo sanitario in Giamaica, ma in tutte le zone a clima tropicale è buona abitudine rispettare le comuni norme igienico sanitarie. Meglio quindi bere acqua imbottigliata, evitare l’uso di verdura cruda e proteggersi con repellenti contro le zanzare, che anche in Giamaica possono veicolare la malaria.

Assicurazione di viaggio e consigli

I servizi sanitari giamaicani sono gratuiti e accessibili anche ai turisti, ma spesso prevedono lunghe code e la qualità dell’assistenza medica è spesso carente. Chi vuole accedere ai servizi sanitari di buona qualità, deve invece rivolgersi alle strutture private, che al contrario possono essere piuttosto costose.

Chi è indeciso su quale assicurazione viaggio scegliere per la Giamaica, dovrebbe quindi orientarsi verso quelle polizze che prevedono la copertura di tutte le spese mediche. AIG offre in più anche delle convenienti polizze per un viaggio singolo, così il turista può contenere le spese e affrontare con serenità gli imprevisti di viaggio.

 

 

Si segnala che quanto esposto non è sostitutivo di un parere legale, pertanto si prega sempre di prendere visione delle comunicazioni disponibili sui siti ufficiali.